CIIM Logo
Contact us   |   Site Map   |   Home
Confederation of Italian Entrepreneurs Worldwide - North America

Member Login 


Become a Member



Wednesday January 28, 2009

Piano di Obama per il rilancio dell' economia in USA

OBAMA ANNUNCIA IL PIANO INFRASTRUTTURE PER RILANCIARE L'ECONOMIA

06 dic. - Il presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato stamani nel discorso radiofonico settimanale del Partito democratico che mettera' in atto il piu' importante piano di investimenti nelle infrastrutture americane dagli anni Cinquanta.

Secondo Obama, milioni di posti di lavoro verranno dal 'maggior singolo nuovo investimento nelle nostre infrastrutture nazionali dalla creazione della rete federale delle autostrade negli anni Cinquanta'.

Secondo il piano, gli stati perderanno i finanziamenti federali se non agiranno rapidamente per costruire o riparare strade e ponti.

'Metteremo una regola semplice - ha detto Obama -. Usali o li perdi'. Il presidente eletto, che entrera' in carica il 20 gennaio, ha chiesto al suo staff un piano per creare almeno 2,5 milioni di nuovi posti di lavoro nel 2011. Ieri il governo ha reso noto che i datori di lavoro Usa a novembre hanno tagliato 533.000 posti, il taglio maggiore da 34 anni. La recessione negli Stati Uniti ha gia' spinto il tasso di disoccupazione al 6,7% e potrebbe portarlo sopra l'8% alla fine del prossimo anno.

Il presidente eletto Usa Barack Obama in un discorso radiofonico ha detto che 'per prima cosa, lanceremo un massiccio sforzo per rendere gli edifici pubblici piu' efficienti dal punto di vista energetico. Il nostro governo ora paga la piu' alta bolletta energetica del mondo'. 'Sostituire vecchi impianti di riscaldamento e installare lampadine a basso consumo negli edifici federali - ha aggiunto Obama - farebbe risparmiare miliardi di dollari ai contribuenti e creerebbe nuovi posti di lavoro'. (Ansa).

Obama annuncia il suo New Deal
"Maxipiano per le infrastrutture"

Pronto anche un progetto per la diffusione capillare della banda larga internet

Barack Obama


WASHINGTON - A poche ore dal suo precedente intervento, in cui ha ribadito che
"la crisi sarà lunga", il presidente eletto degli Stati Uniti torna a parlare di economia. O, meglio, di ricette per uscire dall'attuale emergenza. Nel discorso radiofonico settimanale del partito democratico, annuncia infatti che metterà in atto un maxipiano di investimenti nelle infrastrutture americane.

Secondo Obama, milioni di posti di lavoro verranno dal "maggior singolo nuovo investimento nelle nostre infrastrutture nazionali, dalla creazione della rete federale delle autostrade negli anni Cinquanta". Sulla base di questo progetto, i singoli Stati perderanno i fondi federali se non agiranno rapidamente per costruire o riparare strade e ponti. Un vero e proprio New Deal, insomma. "Metteremo una regola semplice - spiega - usali o li perdi".

Il presidente eletto, che entrerà in carica il 20 gennaio, ha chiesto al suo staff un piano per creare almeno 2,5 milioni di nuovi posti di lavoro nel 2011: una necessità, visto che ieri il governo ha reso noto che in novembre sono stati tagliati 533 mila posti (la riduzione maggiore degli ultimi 34 anni). La recessione negli Stati Uniti ha già spinto il tasso di disoccupazione al 6,7% e potrebbe portarlo sopra l'8% alla fine del prossimo anno.

Sempre oggi, Obama manifesta anche l'impegno ad accrescere le possibilità di ingresso in internet grazie alla banda larga. "Rinnoveremo la nostra autostrada informatica - assicura - è inaccettabile che gli Stati Uniti siano solo al quindicesimo posto nell'adozione della banda larga. Ogni bambino dovrà avere la possibilità di accedervi". In generale, la modernizzazione della istruzione si baserà infatti su due essenziali punti, l'efficienza energetica e la installazione di computer in ogni aula scolastica.

 

Obama’s Big Infrastructure Plan

Posted by Wen Stephenson on Sunday, December 7, 2008

In his weekly address on Saturday, President-elect Obama outlined a huge public-works program – the biggest investment in the nation’s infrastructure since the creation of the interstate highway system under Eisenhower. The New York Times and The Washington Post report the details on their front pages this morning. Obama also appeared on Meet the Press this morning, where he said “the economy is going to get worse before it gets better,” but that his recovery plan is “equal to the task ahead.”

We were slightly ahead of the curve on this story, with our show last week on rebuilding America’s infrastructure.  Tom and our guests (including David Leonhardt of The Times and two of the country’s top infrastrucure experts) talked about how the combination of an economic crisis and the need for massive infrastructure investment has created enormous immediate challenges and opportunities – like creating the green, competitive infrastructure of the 21st century, if we can get it right.

Now that Obama’s plans are emerging in more detail, we can start to assess whether what he’s proposing is the kind of smart investment the country needs. Can he strike the right balance? What do you think?